Cosa cambia nel regime di convenzione per le coppie provenienti da fuori Toscana

Dal 12 ottobre 2015 la Regione Toscana ha modificato i criteri di accesso alla Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) in regime di convenzione per le coppie residenti nelle Regioni che non prevedono la PMA nei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA).

Cosa significa questo, per le coppie che si rivolgono al nostro Centro?

Per chi proviene da Piemonte, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Umbria, Toscana, non cambia nulla.

Per le coppie che provengono da tutte le altre Regioni (Lombardia, Liguria, Marche, Lazio, Campania, Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria, Basilicata, Sicilia e Sardegna), effettuare cicli di trattamento in regime di convenzione sarà possibile solo dopo aver ottenuto l’autorizzazione rilasciata dalla propria Asl o dall’Assessorato alla Salute della Regione di appartenenza.

La Regione Toscana ha predisposto un modulo di richiesta dell’autorizzazione, che i medici del Centro compileranno insieme alla coppia durante la consulenza, una volta deciso il tipo di trattamento. Il modulo compilato dovrà poi essere presentato alla propria Asl o all’Assessorato alla Salute della Regione di appartenenza.

Nel caso in cui tale autorizzazione non venisse concessa, data l’eccezionalità della situazione, il Centro Demetra applicherà tariffe agevolate per venire incontro alle esigenze delle numerose coppie che arrivano da fuori Regione Toscana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *