La coppia infertile: il fattore maschile [Webinar]

Parlando di infertilità si attribuisce la causa del problema alla donna nella maggior parte dei casi, ma non sempre è così. Per questo Centro Demetra ha organizzato per il 9 dicembre alle ore 18 un webinar tenuto dal Dott. Beretta, andrologo del centro su un tema di sempre maggiore importanza: “La coppia infertile: il fattore maschile”. Di cosa si parlerà?  Nel corso del webinar l’andrologo di Centro Demetra analizzerà:

  • ruolo dell’uomo nel caso di mancato concepimento;
  • cause dell’infertilità maschile;
  • diagnosi dell’infertilità maschile;
  • tecniche di cura e risultati attesi.

Quando ad essere infertile è l’uomo

Negli ultimi anni è aumentata la consapevolezza del ruolo degli uomini e dell’infertilità maschile nel caso di difficoltà a raggiungere il concepimento. Sono ancora pochi, tuttavia, gli uomini che fanno prevenzione e consultano un andrologo anche se le cause dell’infertilità dell’uomo dipendono da malattie che possono essere diagnosticate e curate. La maggior parte delle patologie che hanno come conseguenza un’infertilità maschile nascono durante l’infanzia e l’adolescenza e la sterilità maschile è un problema andrologico complesso ed eterogeneo.

Cause di alterata produzione di spermatozoi

Come si vedrà nel dettaglio nel webinar organizzato da Centro Demetra, tra i fattori che possono alterare la produzione degli spermatozoi ci sono:

  • ipertermia scrotale, che diminuisce il numero di spermatozoi ed è causata da varicocele, criptorchidismo e fattori esogeni, come la sedia a rotelle, l’uso di pannoloni o l’esposizione professionale al calore. Si tratta di elementi che alterano la termoregolazione testicolare e di conseguenza la fertilità dell’uomo;
  • varicocele, che causa dispermie dal 15 al 40% e si presenta nel 25,4% dei maschi dispermici. Un intervento può portare all’aumento del tasso di gravidanza rispetto alle coppie in cui il maschio non viene trattato;
  • criptorchidismo o testicoli ritenuti nell’addome che alterano il liquido seminale e portano ad una situazione di infertilità. Prima si corregge il problema e meno si rischia di incorrere in infertilità maschile;
  • obesità, che modifica il quadro ormonale e in particolare il testoterone totale, quello libero e le globuline;
  • fumo, dato che la concentrazione di spermatozoi è più bassa del 13-17% nei fumatori, anche se questo dato non è correlato a una diminuzione della fertilità.

Altre cause di infertilità maschile che analizzeremo nel webinar sono la parotite, l’infezione delle vie seminali, le alterazioni ormonali, le malattie genetiche, le cause ambientali e le abitudini alimentari sbagliate con stili di vita non corretti.

La diagnosi di infertilità maschile: come farla

Ancora oggi l’unico esame a cui viene sottoposto il partner maschile è l’esame del liquido seminale, anche se in realtà un unico spermiogramma fatto in un laboratorio non dedicato dice poco o nulla sulle cause dell’infertilità maschile.

Il consiglio è richiedere due analisi del liquido seminale a distanza di circa 30 giorni ed eseguite presso centri o istituti aggiornati e che si occupano di tali problematiche. Solo così si può arrivare ad una diagnosi definitiva di dispermia.

Cura e terapia per l’infertilità maschile

Grazie ad un’attenta valutazione del partner maschile si può arrivare a una diagnosi precisa e seguire una terapia mirata, che evita l’utilizzo non corretto delle tecniche di riproduzione assistita. Consigliare un corretto stile di vita, un’alimentazione sana e evitare l’assunzione di fumo e alcool sono indicazioni utili per evitare alterazioni ormonali. Se poi sono presenti infezioni delle vie seminali o un varicocele operabile è importante seguire le indicazioni dell’andrologo.

Le tecniche di procreazione medicalmente assistita (PMA) sono consigliate solo a chi ha uno spermiogramma gravemente alterato o nei casi in cui le terapie mediche e chirurgiche siano inapplicabili e non diano risultati.

Sempre nel webinar scoprirai quali sono le tecniche di PMA più indicate e il Dott. Beretta farà una panoramica completa del problema dell’infertilità maschile. Si parlerà in modo approfondito del ruolo dell’uomo nelle condizioni di infertilità, delle cause dell’infertilità e delle conseguenze, ma soprattutto delle possibili soluzioni ad un problema sempre più frequente anche nelle giovani coppie.


Articolo scritto da Dott. Giovanni Beretta
Medico chirurgo, laureato presso l’Università di Milano nel 1977, è specialista in Urologia, Andrologia e Patologia della Riproduzione Umana. Ha lavorato per oltre 15 anni come responsabile dell’Unità di Andrologia dell’Ospedale di Magenta – Milano con particolari interessi sulle problematiche sessuali e riproduttive nelle persone affetta da lesioni traumatiche a livello del midollo spinale. Attualmente dirige le Unità di Andrologia del Centro Medico Cerva a Milano e del Centro Demetra di Firenze, fra le prime strutture private in Italia ad occuparsi delle problematiche sessuali e riproduttive maschili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.